Finalità

insiemeperlacasa

La Linea Operativa “Casa” si propone di offrire un contributo alla risoluzione del problema abitativo nel territorio della Diocesi di Torino. Si avvale dei Programmi “Insieme per la Casa” e “Il Cortile” che intercettano bisogni diversi e si rivolgono a varie tipologie di beneficiari.

Programma “Insieme per la Casa”

La struttura e l’organizzazione

I destinatari del programma sono da un lato, coloro che si trovano nella necessità di trovare un alloggio e non hanno le normali garanzie generalmente richieste dai proprietari; dall’altro, coloro che hanno a disposizione un alloggio da affittare. I beneficiari si rivolgono direttamente alla Fondazione attraverso il Servizio di “Accoglienza e Orientamento”, oppure sono inviati dai centri di ascolto cittadini e dai gruppi di volontariato.

Il Programma aiuta i beneficiari a reperire un alloggio adatto alle loro disponibilità economiche ed esigenze familiari. Talvolta i soggetti presi in carico si trovano in condizioni di sfratto e di indebitamento e incontrano forti difficoltà nel collocarsi sul mercato privato della locazione di abitazioni. Allo stesso tempo, dopo l’ingresso dei beneficiari nell’alloggio, il Programma prevede azioni di accompagnamento, evidenziando tempestivamente situazioni di criticità, salvaguardando i rapporti di locazione intrapresi.

Il Programma si è avvalso della collaborazione operativa della Cooperativa Sociale “Synergica”.

Gli Strumenti del Programma sono:

  • garanzie a favore dei proprietari di casa, per eventuali morosità da parte degli inquilini che già non beneficino delle garanzie offerte dal Comune di Torino;
  • contributi a fondo perduto destinati agli inquilini in carico, per affrontare le prime spese di ingresso nell’alloggio;
  • fondo di rotazione per piccoli importi, attivato da gennaio 2015, per sostenere i nuclei in carico in stato di particolare difficoltà temporanea.
  • attivazione del “Prestito della Speranza”, sempre gestito dalla Fondazione, per sostenere i beneficiari che riportano problematiche di tipo economico.
  • Valutazione dei singoli casi ed eventuale possibilità di attivazione di polizze volte a garantire i proprietari che decidono di locare il proprio appartamento attraverso il Programma.

Il servizi del Programma “Insieme per la Casa” sono:

  • accoglienza, da parte della Fondazione, in un primo incontro di definizione delle esigenze abitative e istruzione della pratica di aiuto;
  • colloqui di orientamento e consulenza per la ricerca di alloggio;
  • accompagnamento nella visita e nella scelta degli alloggi;
  • accompagnamento e assistenza tecnica per lo svolgimento di pratiche presso gli uffici pubblici;
  • attività di sensibilizzazione e informazione sul progetto attraverso il volontariato, le associazioni di categoria e le agenzie immobiliari;
  • accompagnamento e assistenza ai beneficiari per la corretta gestione abitativa, consulenza e monitoraggio, nella stipula del contratto e, in itinere, durante il rapporto di locazione;
  • mediazione dei conflitti, orientamento e attivazione di reti con i servizi operanti a livello territoriale;
  • prevenzione, per quanto possibile, della morosità e mediazione con i proprietari per evitare o concordare le pratiche di sfratto.
  • collaborazione con l’Ufficio Lo.CA.Re. della Città di Torino.

Sportello casa

Per stranieri:

martedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.000 presso Ufficio Pastorale Migranti – via Cottolengo n.22 Torino

Per italiani:

giovedì dalle 14.00 alle e 17.00 presso uffici Fondazione Operti – via Cottolengo n. 22 Torino

Programma “Il Cortile”

La Fondazione è impegnata nel favorire l’accesso all’abitazione anche per chi ha situazioni di particolare difficoltà economica e sociale. Per questo motivo promuove interventi che riguardano, anche temporaneamente, alloggi di enti pubblici o di privati per renderli disponibili per le persone più bisognose.

Programma “Il Cortile 2.0”

Nell’ambito della Linea Operativa “Casa”della Fondazione Don Mario Operti, nel 2015, all’interno di un più vasto accordo sottoscritto tra la Diocesi e la Città di Torino, è stato avviato il Programma “Il Cortile 2.0”, volto all’accoglienza temporanea di nuclei in difficoltà presso alloggi dati in concessione alla Fondazione dal Comune di Torino o fornite da altri Enti pubblici e privati con cui si è aperta una collaborazione proficua sul tema dell’accoglienza di cittadini italiani e stranieri , rifugiati, profughi e nuclei in varia situazione di fragilità abitativa.

L’obiettivo del Programma “Il Cortile 2.0” è quello di sostenere ed agevolare percorsi di autonomia economica e abitativa che possano favorire l’inclusione sociale delle persone accolte temporaneamente presso le abitazioni gestite, a vario titolo, dalla Fondazione, sostenendo la fase delicata dell’integrazione e dell’inclusione sociale.

 
Contatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.