Mario Operti nasce a Savigliano (CN) il 21 luglio 1950.
fotoDonMarioOperti1RidottaNel 1961 entra nel Seminario Minore di Bra, dove frequenta le Medie e il Ginnasio.
Nel 1966 entra nel Seminario Maggiore di Rivoli, completando gli studi superiori con l’esame di maturità nel 1969.
Nello stesso anno inizia gli studi di teologia e il 27 settembre 1975 il cardinale Michele Pellegrino lo ordina presbitero a Savigliano.

Dal 1975 al 1983 è viceparroco a san Donato e comincia ad avvicinarsi in modo deciso ai giovani , in particolare ai lavoratori ed agli studenti, con i quali inizia la sua esperienza nella GiOC (Gioventù Operaia Cristiana).
Dal 1983 al 1987 frequenta la Facoltà di Scienze Politiche all’Università di Torino e nel 1994 consegue la laurea.
Nel 1989 diventa assistente diocesano della Federazione della GiOC di Torino e nel 1993 diviene assistente nazionale della GiOC italiana.

Nel 1995 viene chiamato a Roma a dirigere l’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Conferenza Episcopale Italiana e in questo ambito avvia un intenso lavoro di collaborazione con le regioni italiane; promuove tavoli per la programmazione dell’evangelizzazione e della pastorale; tra le altre cose, lancia il Progetto Policoro.
Il 20 aprile 2000 viene nominato Provicario per la pastorale dall’Arcivescovo di Torino, Monsignor Severino Poletto.
Contemporaneamente porta a conclusione le iniziative per il Giubileo, in particolare l’incontro di Giovanni Paolo II con i lavoratori a Tor Vergata.

Il 18 giugno 2001, dopo una breve e dolorosa malattia, muore all’Ospedale Molinette di Torino.