STRUTTURA ORGANIZZATIVA

La Fondazione è costituita come Ente del Terzo Settore (siglabile ETS), ai sensi del d. lgs. n. 117 del 2017. L'assunzione della nuova denominazione di "ETS" è sospesa fino all'iscrizione nel Registro unico nazionale del Terzo settore. Fino ad allora essa mantiene la denominazione sociale contenente l'acronimo "ONLUS" e tutte le regole relative alla specifica normativa.

 

La Fondazione, che non ha finalità di lucro, persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, ispirate ai criteri di promozione e sviluppo integrale della persona umana e della società, così come declinati dagli insegnamenti sociali della Chiesa Cattolica (art. 3 Statuto).

 

struttura organizzativa fondazione operti

L'art. 5 dello statuto della Fondazione, approvato il 27/11/2020, stabilisce che la fondazione sia dotata dei
seguenti organi:

  1. Il Consiglio di Amministrazione
  2. Il Presidente e il Vicepresidente
  3. Il Consiglio di indirizzo
  4. Il Comitato Scientifico
  5. Il segretario generale con funzioni di direttore generale
  6. Revisore legale dei conti

1. Il Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è composto:

Dal direttore pro-tempore dell'Ufficio pastorale diocesano responsabile della Pastorale Sociale e del Lavoro, o da persona designata, in modo stabile, dallo stesso direttore, con funzioni di Vicepresidente;

Da un numero di altri consiglieri, minimo 4 e massimo 8, nominati dall'Arcivescovo di Torino, di cui uno con la carica di Presidente della Fondazione, competenti e rappresentativi dei campi di intervento della stessa.

Il Consiglio dura in carica tre esercizi. I consiglieri cessano dal loro incarico con l'approvazione, ai sensi del presente statuto, del bilancio consuntivo riguardante l'ultimo dei tre esercizi, e sono rieleggibili. Al Consiglio di Amministrazione è affidata l'amministrazione ordinaria e straordinaria della Fondazione. In particolare, il Consiglio:

Stabilisce gli indirizzi dell'attività della Fondazione, redige la relazione annuale sull'attività, ne predispone e ne esegue i programmi;

Approva annualmente il bilancio consuntivo e preventivo;

Ratifica la nomina del Presidente effettuata dall'Arcivescovo di Torino;

Delibera sull'accettazione delle donazioni e dei lasciti testamentari;

Amministra il patrimonio della Fondazione;

Emana il regolamento per la gestione;

Delibera le modifiche allo statuto e le sottopone alle autorità competenti per l'approvazione, nei modi e a sensi di legge;

Definisce le attività esperibili dalla Fondazione, diverse da quelle di interesse generale indicate nell'art. 3, richiamate nella penultima alinea, il cui svolgimento rispetti comunque i limiti di strumentalità e secondarietà previsti dalla legge;

Le riunioni del Consiglio di Amministrazione sono convocate dal Presidente della Fondazione Il Consiglio di Amministrazione delibera validamente quando sia presente almeno la metà dei suoi componenti in carica.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei voti espressi, salvo per quanto riguarda le delibere volte a modificare l'atto costitutivo e lo statuto richiedono per la loro validità la presenza di almeno tre quarti dei componenti e il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Per deliberare lo scioglimento della Fondazione e la devoluzione del patrimonio sarà invece necessario il voto favorevole di almeno tre quarti dei componenti. In caso di parità di voti, prevale quello del Presidente della riunione.

2. Il Presidente e il Vicepresidente

Il Presidente della Fondazione è nominato dall'Arcivescovo di Torino.
Il Vicepresidente è di diritto il direttore dell'Ufficio pastorale diocesano responsabile della Pastorale sociale
e del lavoro o persona designata, in modo stabile, dallo stesso direttore.
Essi mantengono tale incarico per il periodo determinato all'atto della nomina e comunque non oltre la scadenza del loro mandato consiliare e sono rieleggibili.
Il Presidente ha la legale rappresentanza della Fondazione di fronte ai terzi ed in giudizio.
Il Presidente esercita i poteri che il Consiglio gli delega in via generale o di volta in volta.
In caso di urgenza può adottare i provvedimenti di competenza del Consiglio di Amministrazione, salva la ratifica da parte di questo nella sua prima riunione.
Il Presidente ha la facoltà di rilasciare procure speciali per singoli atti e di nominare avvocati.
Il Vicepresidente sostituisce e fa le veci del Presidente, in caso di sua assenza o impedimento, in tutte le sue funzioni.

Presidenti e Consigli di Amministrazione

Periodo

2004-2007

Consiglieri

  • Leonardo Caroni
  • Daniele Ciravegna
  • Pierluigi Dovis
  • Piercarlo Frigero
  • Don Gianni Fornero sost. a marzo 2005 da Don Daniele
  • Bortolussi
  • Domenico Gargale

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Massimo Broccio
  • Anna Patrizia Amico sost. a marzo 2005 da Luigi Tealdi

Periodo

2007

Presidenti

Giovanni Zanetti

Consiglieri

  • Don Daniele Bortolussi
  • Leonardo Caroni
  • Daniele Ciravegna
  • Pierluigi Dovis
  • Piercarlo Frigero
  • Domenico Gargale

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Massimo Broccio
  • Nunzio Pace

Periodo

2007-2010

Presidenti

Daniele Ciravegna

Consiglieri

  • Don Daniele Bortolussi
  • Leonardo Caroni sost. da Raffaella Dispenza
  • Francesco Chittolina sost. da Mauro Zangola
  • Pierluigi Dovis
  • Piercarlo Frigero
  • Flavio Claudio Maria Rosso

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Massimo Broccio
  • Nunzio Pace

Periodo

2011-2013

Presidenti

Daniele Ciravegna

Consiglieri

  • Don Daniele Bortolussi
  • Don Maurizio De Angeli
  • Raffaella Dispenza
  • Pierluigi Dovis
  • Piercarlo Frigero
  • Domenico Lo Bianco
  • Marchiaro Giovanna sost. da Secondino Gastaldi
  • Don Chiaffedo Olivero sost. da Sergio Durando
  • Tabasso Silvia

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Massimo Broccio
  • Nunzio Pace

Periodo

2014-2016

Presidenti

Mariella Enoc

Consiglieri

  • Pierluigi Dovis
  • Sergio Durando
  • Paolo Gallinatti
  • Barbara Graglia
  • Don Gian Franco Sivera

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Alessandro Aimo Boot
  • Elisa Truant

Periodo

2017-2019

Presidenti

Mariella Enoc sost. Sett.2019 da Gian Paolo Masone sost. Luglio 2020 da Gianfranco Bordone

Consiglieri

  • Pierluigi Dovis
  • Sergio Durando
  • Don Paolo Fini
  • Paolo Gallinatti
  • Barbara Graglia
  • Marco Muzzarelli
  • Filippo Provenzano
  • Antonio Sansone
  • Alessandro Svaluto Ferro

REVISORI DEI CONTI

  • Giorgio Cavalitto
  • Alessandro Aimo Boot
  • Elisa Truant

Periodo

2020-2022

Presidenti

Tommaso De Alessandri

Consiglieri

  • Alessandro Brunatti
  • Adriano Gallea
  • Roberto Moncalvo
  • Marco Muzzarelli
  • Gabriele Perris Magnetto
  • Antonio Sansone
  • Marzia Sica
  • Alessandro Svaluto Ferro

REVISORI DEI CONTI

  • Massimo Cassarotto
  • Claudia Tesio (supplente)

3. Il Consiglio di indirizzo

Il Consiglio di indirizzo, istituito con la modifica dello statuto del novembre 2020, è un organo composto dai rappresentanti degli Uffici diocesani con competenze sociali e delle principali realtà del Terzo settore, Istituzioni e imprese private partner stabili e attivi collaboratori delle iniziative della Fondazione, individuate su proposta del Presidente, sentito il Consiglio di amministrazione, in un numero minimo di 5 e massimo di 15 componenti.

Collabora con il Consiglio di amministrazione e il Presidente per la definizione degli indirizzi strategici e dei programmi di attività annuali e pluriennali, indicando in particolar modo agli organi esecutivi le modalità di coordinamento e sinergia con le altre iniziative e i programmi degli Uffici diocesani e delle realtà del Terzo settore promossi nelle aree di attività della Fondazione.

Di norma viene convocato almeno due volte l'anno, su iniziativa del Presidente o su proposta di almeno un quarto dei componenti.
Presiede le riunioni il Presidente o un consigliere da questi delegato. Possono intervenire alle riunioni tutti i
componenti del Consiglio di amministrazione.

Fanno parte dell'attuale Consiglio di Indirizzo i seguenti componenti:
la Dottoressa Raffaella Dispenza, il Dottor Fabio Dovis, il Dottor Fabrizio Gallante in rappresentanza del Coordinamento delle aggregazioni laicali della Diocesi di Torino e il Dottor Ivan Raimondi in rappresentanza degli Uffici diocesani dell'Area Sociale.

4. Il Comitato scientifico

Il Comitato scientifico della Fondazione, anch'esso istituito con la revisione dello statuto del 2020, è composto da un numero minimo di 5 e massimo 10 studiosi ed esperti delle dinamiche economiche e sociali e da persone con esperienza nell'attuazione degli interventi di ambito sociale, individuati su proposta del Presidente e approvati dal Consiglio di amministrazione. Il compito del Comitato scientifico è quello di supportare gli organi decisionali e manageriali della Fondazione nell'analisi della situazione sociale ed economica, nella definizione dei programmi di attività e nella progettazione dei singoli interventi sulle aree di attività della Fondazione, anche collaborando alla formazione e l'aggiornamento degli operatori e delle reti operative.

Fanno parte dell'attuale Comitato scientifico i seguenti componenti:
la Dottoressa Giovanna Bossi, la Dottoressa Claudia Chiavarino, il Dottor Alberto Cipriani, il Dottor Mario Deaglio, la Dottoressa Barbara Graglia, la Dottoressa Franca Maino, il Dottor Daniele Marini la Dottoressa Maddalena Rusconi e il Dottor Marco Sisti.

5. Il Segretario generale

Il Segretario generale è nominato dal Consiglio di Amministrazione. Svolge le funzioni di direttore generale dell'Ente, esegue le delibere del Consiglio; è delegato alla cura della gestione ordinaria della Fondazione; redige la bozza del bilancio preventivo o consuntivo; redige i verbali delle riunioni del Consiglio di Amministrazione, alle quali partecipa senza diritto di voto, e del Consiglio di indirizzo e li sottoscrive con il presidente della seduta.

In via generale, può sottoscrivere atti e dichiarazioni di ordinaria amministrazione, anche in legale rappresentanza della Fondazione in sostituzione del Presidente, previa specifica informativa allo stesso.
Esercita le altre funzioni eventualmente delegategli dal Consiglio di amministrazione.
Attualmente ricopre il ruolo di segretario il Dottor Gianfranco Bordone dal 1 maggio 2020.

6. Il Revisore legale dei conti

Il Revisore legale dei conti è scelto tra gli iscritti l'Albo Nazionale dei Revisori contabili ed è nominato dall'Arcivescovo di Torino.
Contemporaneamente alla nomina del Revisore legale dei conti viene nominato un supplente, che opera in assenza del titolare della carica.
Il Revisore legale dei conti svolge le funzioni di Organo di controllo Il Revisore legale dei conti e il suo supplente durano in carica tre esercizi e sono rieleggibili.

Il Revisore legale dei conti è incaricato del controllo della regolarità dell'amministrazione e della contabilità della Fondazione; predispone le relazioni ai bilanci consuntivi e preventivi; ne riferisce al Consiglio ed effettua le verifiche di cassa. Egli vigila sull'osservanza della legge e dello statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, sull'adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile e sul suo concreto funzionamento; esercita inoltre compiti di monitoraggio dell'osservanza delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale e attesta la regolarità della redazione del bilancio sociale nei termini definiti dalla legge.

Il Revisore legale dei Conti può assistere alle riunioni del Consiglio di Amministrazione.
Attualmente ricopre il ruolo di revisore legale dei conti il Dottor Massimo Cassarotto.

Gratuità delle cariche.

Tutte le cariche sono gratuite, salvo eventuale rimborso delle spese sostenute per lo svolgimento dell'ufficio o compensi per specifici incarichi approvati dal Consiglio di amministrazione su proposta del Presidente, da effettuarsi nell'arco del mandato. Fa eccezione la carica di Segretario/Direttore Generale, che può essere retribuita.

Attualmente il Segretario della Fondazione, come sopra esposto, è un dipendente con una retribuzione Lorda Annua teorica di euro 80.000 (la retribuzione lorda percepita nel 2020 è di euro 38.912) e per il Revisore Legale dei conti Dr. Massimo Cassarotto il Consiglio di Amministrazione con delibera del 16 dicembre 2020 ha stabilito un compenso di Euro 1.500 per il suo specifico incarico (il percepito nel 2020 è zero).

Il personale della Fondazione

 “Il personale dipendente è assunto con contratto di lavoro CCNL commercio e terziario. A settembre 2021 il numero dei dipendenti è pari a 8 persone, a cui si aggiungono 3 operatori in convenzione con altri Enti.“

Toglierei le ultime due frasi: “In base all’art 16 è stato verificato che la differenza retributiva tra lavoratori dipendenti non è superiore al rapporto 1 a 8. Infatti, sulla base della retribuzione annua lorda del 2020 il rapporto è pari al 4,517”

 

Le figure professionali operanti direttamente presso la Fondazione sono riconducibili a tre tipologie:

    • Personale amministrativo e di coordinamento:
      1 responsabile amministrativo, laureato, con anzianità di 16 anni nello specifico ruolo e complessivi 16 anni di esperienza;
    • 1 direttore, laureato, con anzianità di un anno nello specifico ruolo e complessivi 43 anni di esperienza.
    • Operatori sociali senior: 4, di cui 4 laureati, di cui 3 con anzianità di oltre 10 anni nello specifico
      ruolo e 1 con meno di un anno, ma complessivi 10 anni di esperienza.
    • Operatori di segreteria: 2, di cui 1 con più di 10 anni di esperienza e 1 attualmente in aspettativa L.
      104.

In base all'art 16 è stato verificato che la differenza retributiva tra lavoratori dipendenti non è superiore
al rapporto 1 a 8. Infatti, sulla base della retribuzione annua lorda del 2020 il rapporto è pari al 4,517.

I volontari della Fondazione

I volontari della Fondazione sono 41 distribuiti sul territorio regionale. Sono tutte persone qualificate e svolgono attività di accompagnamento dei beneficiari nelle tre aree di intervento della Fondazione.
Per diventare volontari della Fondazione occorre fare un colloquio di conoscenza e selezione con il Segretario generale. Nell'anno 2020 nessuno dei volontari ha richiesto il rimborso dei costi sostenuti nell'ambito della loro attività. I volontari sono coperti da polizza assicurativa infortuni e RC.

L'amministrazione della Fondazione

La Fondazione gestisce internamente la sua amministrazione e la contabilità, fin da quando è stata costituita.

Nel 2010 è stata istituita la figura del Responsabile Amministrativo che ha i seguenti compiti:

    • tiene la contabilità ordinaria dell'ente
    • predispone, con il Segretario generale, il bilancio consuntivo, il bilancio sociale e il bilancio
      preventivo
    • mantiene i rapporti con le banche per l'ordinaria amministrazione su delega del Presidente
    • mantiene i rapporti con i consulenti della Fondazione
    • collabora con le aree per la predisposizione dei budget e delle rendicontazioni di specifici progetti
    • tiene i rapporti con il Revisore Legale dei conti e mette a sua disposizione tutta la documentazione
      necessaria per l'espletamento della sua funzione
    • si occupa della tenuta dei libri sociali

Il Responsabile Amministrativo risponde del suo operato al Segretario Generale.
Il ruolo del Responsabile Amministrativo è ricoperto dalla Dottoressa Mariagiulia Grandi fin dalla sua istituzione.